La errata esecuzione di un intervento di chirurgia estetica obbliga il medico alla restituzione del costo dell’operazione ed al risarcimenti dei danni. (Corte di Cassazione, Sezione 3 civile Sentenza 20 settembre 2004, n. 18853)

21 Agosto 2015

Il chirurgo che abbia male eseguito un intervento di chirurgia estetica al seno non è tenuto soltanto a rimborsare alla paziente la somma corrisposta per l’operazione, ma anche a risarcirle i danni consistenti da un lato nell’eventuale effetto negativo dell’inutile intervento sull’organismo della paziente e dall’altro lato nella valutazione dell’incidenza negativa dell’intervento stesso ai fini dell’effettuazione di uno ulteriore, tenendo conto dei connessi pericoli e spese, e anche dei possibili pregiudizi psicofisici.