Emotrasfusione: lo stato risarcisce gli eredi per il contagio avvenuto negli anni ’80 (Cass. Civ. III Sez. n. 20934/2015)

17 Ottobre 2015

Trasfusione

In tema di patologie conseguenti ad infezioni con i virus HBV (epatite B), HIV (AIDS) e HCV (epatite C) contratti a causa di assunzione di emotrasfusioni o di emoderivati con sangue infetto, la responsabilità del Ministero della Salute si presume se il contagio si è verificato negli anni tra il 1979 ed il 1989, e ciò in ragione della avvenuta scoperta scientifica della prevedibilità delle relative infezioni individuabile nell’anno 1978. La prescrizione del diritto degli eredi al risarcimento del danno è di dieci anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda di indennizzo ex L. n. 210/1992.