L’onere della prova della colpa del medico non spetta al paziente (Cass. Civ. Sez. III, 20/10/2015, n. 21177)

18 Novembre 2015

sent. 1177

Nei giudizi di risarcimento del danno causato da attività medica, l’attore ha l’onere di allegare e di provare l’esistenza del rapporto di cura, il danno ed il nesso causale, mentre ha l’onere di allegare, ma non anche di provare, la colpa del medico. Quest’ultimo, invece, deve provare che l’eventuale insuccesso dell’intervento, rispetto a quanto concordato o ragionevolmente attendibile, è dipeso da causa a sé non imputabile.